Vittoria Haziel




Toscana di nascita, romana di adozione, torinese per predestinazione. 

Laureata in Giurisprudenza all’Università La Sapienza di Roma, oscilla tra ostinato rigore e bizzarria estrema.
Studiosa di Leonardo da Vinci  e della Sindone a livello internazionale, ha anticipato di anni sui media italiani le principali intuizioni (o scoperte) di Dan Brown. Recentemente la BBC e National Geographic si sono occupati di lei.


Regista televisiva e radiofonica
1977 - per il  TG2 cura le rubriche culturali: Sandro Penna, TG2 “ne stiamo parlando”, Guido Morselli “Gulliver" e per il 
Teatro alla Scala: dietro le quinte TG2 “Gulliver”. 
1978 - ha collaborato con la RAI firmando programmi presso le Sedi di Roma e Torino
 Per il Teatro Regio di Torino ha firmato la regia delle “SEI SINFONIE DI CIAIKOWSKY” dirette dal M° Vladimir Delman.
1982 - Come programmista-regista cura : Quando dio chiama,  Nel tunnel dei conservatori, Un'arte per l'arte: il restauro
Le frontiere dell'energia - 4 puntate (convenzione Rai, Regione Piemonte), Rivoli, un castello, una storia (rassegna al Castello del Valentino), Industria, atto terzo - 4 puntate, Dove va il lavoro? - 4 puntate, Un cuore a pezzi - il centro storico. 

 
Si occupa in redazione di diversi programmi televisivi e radiofonici della RAI e per la CCIAA di Torino ha ofrganizzato eventi e manifestazioni culturali.
Al suo attivo numerose pubblicazioni e interviste che hanno destato interesse per i suoi contenuti. 
E' studiosa di Leonardo da Vinci e della sacra Sindone, della quale ha recentemente attribuito proprio a Leonardo la sua creazione
vedi pagina