Trivella di perforazione


Il modello rappresenta una trivella formata da una vite senza fine ancorata a una struttura di legno a quattro piedi. La vite è azionata da due barre: una le permette di girare scendendo, l'altra la solleva tenendola ferma. Questo congegno permette di scavare la terra in profondità. 

Con la barra superiore si gira la trivella per farla affondare nel terreno, mentre con la seconda barra torna indietro senza ruotare portando con sé la terra che vi si è raccolta sopra. Leonardo progetta la trivella a doppio movimento ancor prima di arrivare a Milano.


 

Ricostruzione trivella di perforazione  visibile presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano

 


Manoscritto B f. 65 r. (1487-1490) Paris, Institut de France 


"Se volessi fare una buca sottoterra con facilità, abbi lo strumento di sopra figurato; di poi per fare la buca volgerai a man destra la vite colla lieva mn, e la vite si ficcherà facendo a se la femmina colla terra. E quando sarà entrata a tuo modo, ferma la lieva mn; e per lo contrario a sinistra volterai la lieve fg, e anzi starà meglio a voltare per quello medesimo verso, e la vite tornerà, isvegliendosi sanza voltare; porterà con seco il terreno che le stava di sopra”