Tecnica della sinopia


Questa tecnica ampiamente utilizzata per tutto il Rinascimento, è riferibile alla pittura cosiddetta "a fresco" conosciuta come tecnica dell'affresco.

La sinopia è un disegno preparatorio che viene fatto dall'artista su dei cartoni, detti "preparatori", dove viene disegnato il soggetto che dovrà essere riportato sulla parete o sul muro. 

Si tratta infatti di disegni eseguiti su cartoni poggiati alla parete sulla quale si intende riportare il disegno, poi forati lungo i contorni del disegno stesso con una lunga serie di piccoli fori molto ravvicinati tra loro che ricoprono tutte le linee del disegno e delle forme.

Successivamente con la tecnica dello spolvero (che consiste nel far passare la terra rossa dai fori ed imprimerla sull'arriccio), Il preparativo può essere riportato sull'arriccio che, levando il preparativo dal muro, ne evidenzia i punti dentro i quali è passata la terra e ha formato i contorni definiti della figura da dipingere.

Questo lavoro, che poi scompare sotto l'intonaco, è chiamato "sinopia",  e il nome deriva da Sinope, sul Mar Nero dove ha origine la famosa terra rossa della città di Sinope in Turchia. 

Una volta completata questa fase, il disegno viene progressivamente ricoperto con l'ultimo strato di intonaco. 

Può accadere che alcune opere pittoriche come gli affreschi subiscano alcuni danni doviti alla cattiva conservazione o infiltrazioni di acqua o umidità, condizioni tali da creare un danno spesso irreversibile.

Capita anche che, fortunatamente, non tutta l'opera vada perduta e che solo una piccola sezione possa cedere e staccatasi dalla volta, portando involontariamente alla luce il lavoro preparatorio dell'affresco stesso: in questo caso riportiamo la fotografia dove si nota molto bene la Sinopia della quadriga

La foto è un dettaglio dall'Apoteosi di Elia", mosaico paleocristiano del tardo secolo IV, appartenente in origine a un mausoleo imperiale romano, oggi Cappella di sant'Aquilino della Basilica di San Lorenzo Maggiore a Milano. 

 Foto di Giovanni Dall'Orto, 18-5-2007

.