Sedano

1. Provenienza

Il sedano Apium graveolens , il cui termine deriva dal greco "selinon" ha origine nella zona mediterranea. In Italia è diffuso maggiormente nel Lazio, Abruzzo, Romagna e Puglia.

Abbiamo vari tipi di sedano:

Sedano da coste, di cui esistono due tipologie:

  • Sedano bianco, con piante di grande taglia, di colore bianco/giallo, carnose
  • Sedano verde, prodotto da piante di minore taglia e ha sapore molto intenso e aromatico
  • Sedano da taglio (o “sedanina”), di cui si utilizzano come condimento le foglie tenere ed aromatiche
  • Sedano nero di Trevi (sedano verde)
  • Sedano bianco di Sperlonga
  • Sedano rapa di cui si utilizza la grossa radice
  • Sedano dulce dalla radice sottile

2. Proprietà

Il sedano è ricco di :

  • fosforo
  • fibre
  • vitamine C, E, K e B
  • antiossidanti
  • potassio
  • magnesio
  • calcio

ha proprietà:

  • depurative
  • diuretico e riduce l'infiammazione a livello urinario e vescicale
  • azione protettiva per il cervello
  • riduce il gonfiore intestinale
  • abbassa colesterolo e trigliceridi
  • ricco di fibre pertanto, utile contro la stitichezza
  • aiuta la digestione
  • combatte l’ipertensione
  • utile in caso di gastrite


3. Come lo utilizzava Leonardo da Vinci?

Ricetta: Minestra di Ceci