Storia dell' Umbria


1410

A partire da quest'anno l'Umbria diventa un crocevia di artisti provenienti da Firenze e dalla bassa Toscana, che lasciano traccia delle loro opere in tutta la regione. Da questo momento ha inizio lo sviluppo del rinascimento artistico e culturale del territorio.

1450
Il rinascimento fiorentino influenza quello che consente la nascita di un nuovo modello artistico: il rinascimento Urbinate che, con Perugia, grazie alla sua accademia dei mestieri e scuola artistica di fine valore, attraverso i suoi maggiori esponenti come Raffaello Sanzio, Pietro Perugino, Bernardino Pinturicchio e molti altri artisti "minori", diffonde la nuova cultura artistica.

1473

Piero della Francesca realizza, in collaborazione con artisti di bottega tra i quali proprio il Perugino, le otto tavolette delle Storie di san Bernardino, create per una nicchia contenenti le reliquie del santo stesso a Perugia.