The Secrets of the Mona Lisa


La Gioconda: quando si parla di lei è inevitabile non soffermarci sul suo misterioso fascino che provoca inevitabilmente in chi lo guarda con attenzione e profondità, un sottile ammaliante disagio. 

Milioni di persone conoscono la Gioconda e milioni sono le riproduzioni che la riguardano: la troviamo dappertutto, a volte ridicolizzata e a volte contestualizzata in scenari e ambienti del tutto a lei estranei, ma si sa, questo è lo scotto che si deve pagare quando si diventa icona di uno stile.

Ci siamo mai domandati chi fosse davvero la donna dipinta da Leonardo? Eppoi, siamo sicuri di conoscere tutta la verità di quest'opera dipinta su tavola di pioppo? Forse no. 

Quello che vi apprestate a leggere da questo momento in poi, potrebbe cambiare completamente tutte le certezze che sino ad oggi albergano nella nostra mente, dando spazio ad un sorprendente scenario che dimostrerebbe attraverso documenti scientifici, che la Monnalisa da oltre 500 anni, nasconde un misterioso segreto che finalmente viene definitivamente portato alla luce.


Andrew Michael Graham-Dixon, classe  1960, è uno storico dell'arte e emittente britannico premiato con un dottorato onorario d'arte dall'Università di Plymouth, nonchè divulgatore scientifico della BBC con la quale ha deciso di realizzare il documentario dal titolo The secret of Monnalisa  dove raccoglie quelle che sono le prove, attraverso analisi di commenti storici, testimonianze prestigiose, interviste e deduzioni, che portano lo spettatore di fronte ad una inequivocabile realtà: svelare i segerti di Monna Lisa.

Questo film di riferimento utilizza nuove prove per indagare la verità dietro la sua identità e il luogo in cui ha vissuto. Decodifica documenti centenari e utilizza una tecnologia all'avanguardia in grado di svelare le verità a lungo nascoste dell'opera d'arte più iconica della storia.


Il documentario"The secret of Monnalisa" trasmesso dalla BBC 


Presentatore: Andrew Graham-Dixon

Produttore: Ian Leese 

Direttore: Ian Leese

Produttore esecutivo: Malcolm Brinkworth

Partecipante: Pascal Cotte

Partecipante: Elisabetta Gnignera

Partecipante: Martin Kemp

Partecipante: Giuseppe Pallanti

Partecipante: John Asmus 

Partecipante: Jean Pierre Isbouts 

Partecipante: Chiara Matteucci

Società di produzione: Brinkworth Fil


Per 500 anni, la Gioconda è rimasta un ritratto misterioso ed enigmatico. Il mistero rimane sull'identità del soggetto. Ci sono teorie sul fatto che Leonardo abbia dipinto più di una versione e ci sono date contrastanti su quando il dipinto è stato commissionato e finito.

Ora, nuove ricerche e tecnologie migliorate stanno rivelando una scia di nuovi indizi che potrebbero svelare, una volta per tutte, i segreti della Gioconda. Queste nuove scoperte, rivelate per la prima volta in un documentario della BBC Two Arts, potrebbero riscrivere la storia della Monna Lisa.

 

Quali sono i nuovi documenti scientifici?


Armato di accesso esclusivo a nuove prove, questo film storico, presentato dallo storico dell'arte Andrew Graham Dixon, intraprende un'indagine utilizzando gli strumenti e le tecniche più recenti di ottica, forense e storici. 

Stage per palcoscenico, storici dell'arte, autenticatori, specialisti forensi e accademici cercano di svelare i segreti che sono sfuggiti per anni.

Secrets Of The Mona Lisa esamina nuove prove che il dipinto appeso al Louvre potrebbe non essere la Lisa originale. Il documentario ripercorre, passo dopo passo, la genesi della Gioconda, arrivando a scansionare con le nuove tecnologie, ciò che vi sarebbe nascosto sotto il dipinto di Leonardo da Vinci:

  • La scansione multispettrale rivela che sotto la Gioconda si trovano tre diversi dipinti.
  • La Monna Lisa che conosciamo potrebbe non essere un ritratto di Lisa del Giocondo, ma una versione successiva della Gioconda.
  • Sotto questa versione successiva potrebbe essere la Mona Lisa originale - e forse il vero ritratto di Lisa del Giocondo.


2004

Pascal Cotte, uno dei maggiori esperti mondiali nel campo della conservazione dell'arte e dell'analisi dei dipinti, ha iniziato a scansionare la Mona Lisa - una delle due sole persone a essere autorizzata dal Louvre ad analizzare la Gioconda utilizzando la tecnologia di scansione.

Cotte ha inventato una nuova tecnica rivoluzionaria per sbloccare i segreti nascosti di un dipinto, trovando strati perduti precedentemente non rilevati da altri test. La sua rivoluzionaria fotocamera multispettrale proietta 13 diverse lunghezze d'onda di colore su un'immagine, ciascuna che penetra la superficie della pittura a diverse profondità. 

La fotocamera cattura le riflessioni, generando oltre 3 miliardi di bit di dati e migliaia di immagini.

Analizzando ogni immagine, mostrata in bianco e nero, Pascal può rivelare i segreti di un dipinto, strato per strato. 


E' INCREDIBILE MA VERO


Dopo un decennio di lavoro in segreto e sviluppo del suo nuovo metodo, rivela che:

  • Sotto la Gioconda ci sono, in effetti, tre diversi dipinti.
  • Uno è un primo studio di una testa e un altro è un ritratto in stile Madonna con uno straordinario copricapo.
  • Il risultato più sorprendente è il terzo ritratto nascosto. 

Cotte ritiene che questo sia il ritratto originale di Lisa del Giocondo (noto anche come Lisa Gherardini) - la moglie del mercante fiorentino Mona Lisa - dipinta nel 1503. Questo straordinario ritrovamento risolve finalmente il mistero della Gioconda: Leonardo ha dipinto più di un ritratto di Mona Lisa. Si trova al di sotto di quello che conosciamo al Louvre.

Il programma rivela il ritratto nascosto e precedente con sorprendente chiarezza, dimostrando per la prima volta esattamente come la giovane Monna Lisa sembrava davvero, sia in digitale che con l'aiuto di una modella e di uno storico del costume rinascimentale. Rivela il segreto del suo sorriso enigmatico e di come Leonardo ha dipinto, graffiato e ridipinto tutte e tre le opere. Mostra come sono cambiate tutte le caratteristiche principali, come i vecchi dipinti e i loro dettagli sono stati accuratamente mimetizzati e nascosti.

Kim Shillinglaw, Controller di BBC Two e BBC Four, dice: "Questo film svela straordinarie nuove prove per farci guardare uno dei ritratti più iconici al mondo in un modo completamente nuovo, è adeguatamente rivelatore, e dimostra l'impegno di BBC Two a programmi concreti che ti portano a una vera ricerca, una ricerca all'avanguardia e a nuove intuizioni. 


Pascal Cotte ha scovato nuove prove anche su opere di Rubens, Rembrandt, Chagall, Picasso, Manet, Renoir e molti altri. Ha anche scannerizzato altri tre Leonardo. Ha fatto parte della squadra originale che ha scannerizzato la Gioconda con il Louvre e ha rivelato nuove scoperte nel 2004. Cotte, co-fondatore di Lumiere Technology a Parigi, ha aperto la strada a una nuova tecnica chiamata Layer dice: 


"La Monna Lisa è uno dei grandi misteri dell'umanità. Con oltre 9,7 milioni di ammiratori all'anno, è il dipinto più leggendario di tutti i tempi. La mia tecnica di immagini scientifiche (LAM) ci porta nel cuore degli strati pittorici dell'immagine più famosa del mondo e svela segreti che sono rimasti nascosti per 500 anni.

 I risultati frantumano molti miti e alterano per sempre la nostra visione del capolavoro di Leonardo. "


Andrew Graham Dixon afferma: 


"È stato un viaggio affascinante, un vero e proprio viaggio alla scoperta che mi ha dato l'opportunità di comprendere la Gioconda come mai prima d'ora. Non ho dubbi che questa è sicuramente una delle storie del secolo. "


Malcolm Brinkworth, produttore esecutivo, afferma: 


"Queste rivelazioni cambiano tutto ciò che pensavamo di sapere della Gioconda. Questo film e il lavoro pionieristico di Cotte sbloccano le verità nascoste dei ritratti più iconici della storia. Segna un momento straordinario nella storia dell'arte ".


Note per gli editori:

Commissionato da Mark Bell, BBC Head of Commissioning, Arts, Secrets of the Mona Lisa è una produzione Brinkworth Films per BBC Two. Trasmissione: 21:00 del 9 dicembre su BBC Two.

Pascal Cotte è uno dei maggiori esperti al mondo nel campo della scansione multispettrale di quadri raffinati. 

 


Amplification Method - LAM. http://www.lumiere-technology.com/


Il LAM – Layer Amplification Method – ed è un innovativo metodo multispettrale, ossia indaga più lunghezze d’onda riflesse dall’opera oggetto di studio.

Funziona proiettando una serie di luci intense su un dipinto. Una telecamera poi prende le misure dei riflessi delle luci e da quelle misurazioni, Mr Cotte è quindi in grado di analizzare e ricostruire ciò che è accaduto tra gli strati della vernice.

Cotte ha contribuito a ridefinire ciò che si può imparare dalla sua macchina fotografica e analisi multispettrale. Il suo lavoro su un altro capolavoro di Leonardo, la signora con un ermellino, risolse completamente oltre 90 anni di dispute sul fatto che si trattasse di un Leonardo. Ha rivelato che il dipinto è stato completato in tre frasi e ha prodotto numerose nuove scoperte.

Il lavoro di Cotte dimostra che le immagini a raggi X e infrarossi sono solo così lontane. 

Essi rivelano molto poco sullo strato pittorico. Tuttavia, la sua tecnica osserva l'interazione tra luce e materia per esplorare all'interno degli strati pittorici. È stato in grado di sviluppare non solo una videocamera ma anche algoritmi complessi che elaborano i miliardi di misurazioni che prende nelle scansioni.

In poche parole, la tecnica osserva come la luce in 13 diverse lunghezze d'onda interagisce con lo spessore degli strati di pigmento e la densità dei grani del pigmento, tenendo conto della loro forma, dello spettro di assorbenza e dell'indice di rifrazione. Questo produce migliaia di immagini per ogni piccola area del dipinto. Ognuno deve poi essere rivisto e analizzato prima di essere collazionato e sovrapposto al dipinto.

Le sue immagini rivelano le intenzioni originali, le rielaborazioni e i cambiamenti di Leonardo. Ha 155 nuove scoperte separate sulla Gioconda che nessuno ha mai rilevato prima. È un decennio di ricerche.

Le foto sono disponibili su: bbcpictures.co.uk