Libri su Leonardo di Geometria


Nel suo soggiorno lombardo Leonardo da Vinci ha avuto modo di frequentare il frate matematico Luca Pacioli dal quale ne era attratto per le sue capacità di ragionamento. Insieme ebbero modo di approfondire alcuni testi di Euclide e Archimede, avendo modo di confrontarsi sulle loro teorie. Leonardo ha un approccio alla matematica e allo studio delle forme in modo assiduo e questo lo testimoniano i suoi continui studi sulla quadratura del cerchio.


Negli studi raccolti nel “De ludo geometrico”, Leonardo prende fortemente in considerazione lo spazio geometrico che diventa "dinamico" cioè in grado di far assumere al,le forme classiche geometriche nuove forme e nuove vite creando, come si nota proprio nei suoi disegni, un mondo di composizione estetica senza precedenti. 

Gli oggetti nelle mani di Leonardo cambiano la loro conformazione geometrica originaria  dando origine a "magie manipolatorie" delle linee e rette che assumono nuove identità creando una strada probabilmente nuova verso l'attrazione tra un mondo naturale e un mondo costruito, tra la geometria e la natura. 


 

testi consigliati sulla geometria fondamentale