Filippino Lippi



Lippi, Filippino.  

  • Data di nascita: Prato 1457 circa 
  • Data di morte:  Firenze, 1504 


Allievo del padre Filippo e poi di Sandro Botticelli, è considerato "pittore errante" grazie ai suoi continui viaggi nelle città d'arte del settentrione d'Italia. 

Tra le sue opere più identificative, vi sono l'Apparizione della Vergine a S. Bernardo e gli affreschi della Cappella Strozzi in S. Maria Novella. 


Fu garzone di bottega da Sandro Botticelli dove apprese le tecniche della luce e delle forme, del tratto delicato e dei profili. 


1481 - 1483 

Porta a compimento gli affreschi masacceschi del Carmine. 


1486 

Si ha documentazione de la Madonna in trono con quattro santi  dove i ricordi botticelliani si complicano con impressioni leonardesche, l'Apparizione della Vergine a S. Bernardo (badia fiorentina), che fa riaffiorare il tratto della pittura fiamminga. Poi la pala di S. Spirito a Firenze. Nel soggiorno romano eseguì gli affreschi della cappella Carafa in S. Maria sopra Minerva, con l'Assunzione della Vergine e il Trionfo di s. Tommaso d'Aquino. 


1488 - 1492 

Si ferma a Roma per studiare l'arte antica e l'architettura romanica, nonchè le opere pittoriche di Melozzo da Forlì e del Pinturicchio. Tra le sue opere si cita: Storie di EsterLucrezia (Firenze, palazzo Pitti), Tobiolo e i tre arcangeli  (Torino, Galleria Sabauda).


1492 -1495
Si ipotizza in questo periodo l'incontro tra Filippino Lippi e Leonardo da Vinci, presentato proprio da Sandro Botticelli a Milano.

1495
Dipinge il Cristo e la Vergine che intercedono presso Dio Padre.

1496
L'Adorazione dei Magi sotto al regia di Leonardo da Vinci per S. Donato agli Scopeti.

1503
Gli affreschi della cappella Strozzi in S. Maria Novella.