Federico Caglioti



Federico Caglioti


si è laureato in Lettere classiche con indirizzo storico-artistico presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II” e addottorato in Storia dell’arte presso la Scuola Normale Superiore di Pisa.
E' ricercatore di Storia dell’arte presso la Normale (dal 1994) è stato associato della medesima materia presso la “Federico II” (dal 2001), ed è oggi ordinario (dal 2006).


È autore di una vasta bibliografia – in italiano, inglese, francese e tedesco – soprattutto sul Rinascimento (scultura, pittura, committenza, storiografia), con una particolare predilezione per Firenze, Lucca, Siena e la Toscana, Venezia e Padova, Roma e il Lazio, Napoli e il Suditalia, la Sicilia.

La sua opera più impegnativa, Donatello e i Medici: storia del “David” e della “Giuditta”, 2 voll., Firenze, Olschki, 2000, è stata premiata dalla rivista britannica “Apollo” come miglior libro di storia dell’arte del suo anno.

È membro del consiglio scientifico del Dizionario biografico degli italiani (Istituto della Enciclopedia Italiana), di quello della Fondazione Zeri (Università degli Studi di Bologna) e di quello della Fondazione Memofonte (Firenze), oltreché delle redazioni delle riviste “Prospettiva” (Università degli Studi di Siena e di Napoli “Federico II”) e “Perspective” (INHA/Parigi). È accademico ‘corrispondente’ delle Arti del Disegno di Firenze.