Libri su Leonardo di Enologia


Forse non tutti sanno che Leonardo da Vinci aveva una particolare passione per i vigneti. Tutto cominciò sin dalla sua infanzia dove trascorse i suoi anni sino all'adolescenza nel piccolo borgo di Anchiano di Vinci, alle pendici del Montalbano, dove ebbe modo di giocare ma anche di  conoscere attraverso l'esplorazione, i segreti dei boschi e dei campi. Non a caso si interessò allo studio delle piante e a quello dei fiori che amava riprodurli in modo talmente fedele che più avanti vedremo testimonianza in molte sue opere pittoriche, come ad esempio "l'annunciazione di Cristo". 

E'  molto probabile che Leonardo abbia avuto modo di vedere o partecipare alla vendemmia durante la raccolta delle uve nella vigna del nonno Antonio e che, anche in quel frangente, abbia trovato lo stimolo per approfondire la lavorazione delle uve presso la stessa cantina dei nonni. 


Diverse sono le testimonianze che attestano che Leonardo fosse amante del vino e, una su tutte, vi è quella della famosa vigna che lo stesso Duca di Milano Ludovico Sforza gli regalò, proprio nel periodo nel quale Leonardo era a Milano impegnato a dipingere nel refettorio della Chiesa di Santa Maria delle Grazie, quel luogo che ancora oggi ci mostra una testimonianza, purtroppo molto limitata, di una pittura di Leonardo: il cenacolo. 


 

ecco i testi da noi consigliati

 

di seguito pubblichiamo i libri e testi sull'enologia che non trattano Leonardo da Vinci, ma che sono interessanti e fondamentali per capire il mondo dell'enologia.