Leonardo da Vinci: apprendimento

 

Tristo è quel discepolo che non avanza il suo maestro.


Un vaso rotto curdo si può riformare, ma il cotto no.


Si come il mangiare senza voglia sia dannosa alla salute, così lo studio senza desiderio guasta la memoria e non ritien cosa ch'ella pigli.


Non è si grosso ingegno che voltatosi a una cosa sola, e quella sempre messa in opera, non la faccia bene.


Nessuna azione naturale si po' abreviare.


Quelli che s'innamoran di pratica sanza scienza son come 'l nocchier ch'entra in navilio senza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada.


Nessun effetto è in natura sanza ragione; intendi la ragione e non ti bisogna sperienza.


I sensi son terrestri, la ragione sta for di quelli quando contempla.