Carlo Pedretti



Carlo Pedretti 

  • Data di nascita: Casalecchio di Reno, 6 gennaio 1928 – 
  • Data di morte: Lamporecchio, 5 gennaio 2018 
Riconosciuto universalmente come il massimo esperto sulla vita di Leonardo da Vinci, Carlo Pedretti è stato membro della Commissione ministeriale per l’Edizione Nazionale dei Manoscritti e dei Disegni di Leonardo da Vinci, 

professore emerito di storia dell’arte italiana e titolare della cattedra di studi vinciani presso l’Università della California a Los Angeles (UCLA), direttore del Armand Hammer Center for Leonardo Studies, con sede in Italia presso Urbino.


Sin da ragazzino si appassionò a Leonardo da Vinci e da quel giorno la sua passione lo ha portato a interessarsi profondamente alle gesta e al ragionamento di Leonardo a tal punto da iniziare un percorso di meticolosi studi che lo hanno portato a ricercare informazioni in tutte le biblioteche in giro per il mondo. A lui vengono attribuite molte scoperte in particolare quella di aver portato alla luce diversi disegni che teste di Leonardo oggi conservate presso la Royal Library a Windsor , visibili nel Codice Atlantico. 

1959 -  Decide di lasciare l'italia e trasferirsi a Los Angeles, continuando gli studi su Leonardo.

2013 - Ritorna in Italia e si stabilisce alla villa di Castel Vitoni a Lamporecchio, attuale sede della Fondazione Rossana e Carlo Pedretti. 

Pedretti ha curato personalmente l’edizione critica in facsimile di importanti collezioni di disegni di Leonardo e di codici vinciani, a partire dal 

1957 - Su incarico della regina Elisabetta, si occupa del catalogo dei frammenti dal Codice Atlantico nella collezione reale a Windsor,  cui 

1982-87 - Si occupa dell'edizione di tutti i disegni di Leonardo conservati nella Royal Library

1987 - Per l’editore fiorentino Giunti ha curato le edizioni in facsimile del Codice Hammer, oggi Leicester. 

1995 - Ha curato per Giunti, la pubblicazione in facsimile delle raccolte di disegni di Leonardo del Libro di pittura.

1998 - Ha curato sempre per Giunti, la pubblicazione in facsimile delle raccolte di disegni di Leonardo e del Codice Arundel.

1985 - Ha curato inoltre, sempre per Giunti, la pubblicazione in facsimile delle raccolte di disegni di Leonardo e della sua cerchia conservate nel Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi .

1988-97- Ha fondato e diretto “Achademia Leonardi Vinci”, rivista di studi leonardiani dell’Armand Hammer Center (1988-97).

Pedretti ha inoltre offerto consulenze in diversi casi di dubbia attribuzione di opere a Leonardo, trovandosi al centro di alcune controversie: 

1985 - Indica come di Leonardo il modello in cera di una statuetta equestre, forse un ritratto di Charles d’Amboise

1990 - Ha curato inoltre, sempre per Giunti, la pubblicazione in facsimile delle raccolte di disegni di Leonardo nella Biblioteca Reale di Torino 

1998 - Attribuisce uno studio preparatorio della Battaglia d’Anghiari, un disegno del pittore Riccardo Tommasi Ferroni

2000 - Ha messo in dubbio la paternità leonardiana del Salvator Mundi, battuto all’asta da Christie’s nel 2017 per 450 milioni di dollari.

Carlo Pedretti è autore di oltre cinquanta libri e più di cinquecento fra saggi e articoli in varie lingue su molteplici aspetti della vita e dell’opera di Leonardo da Vinci.

2003 - Ha curato inoltre, sempre per Giunti, la pubblicazione in facsimile delle raccolte di disegni di Leonardo nel Gabinetto Disegni e Stampe delle Gallerie dell’Accademia a Venezia.

È stato curatore e membro dei comitati scientifici di moltissime esposizioni internazionali e ha preso parte a numerosi convegni.

Ha collaborato regolarmente con quotidiani e riviste di prestigio internazionale nonchè come consulente in TV con la rubrica Superquark di Piero Angela.