Augusto Marinoni



Augusto Marinoni 

  • data di nascita: Legnano, 15 giugno 1911  
  • data di morte: Legnano, 31 dicembre 1997 

Da sempre considerato tra i massimi esperti Leonardiani, ha condotto i suoi studi spesso in collaborazione con l'amico Carlo Pedretti.  E' stato un fine lessicografo, abile latinista e profondo storico italiano, soprattutto degli usi e costumi dell'epoca rinascimentale. I suoi pareri riguardanti Leonardo da Vinci sono stati richiesti dai più grandi capi di Stato.  


1933 - Si laurea  in Lettere e Filosofia presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore dove ottenne nel 1933 la laurea in Lettere e Filosofia. 

La sua forte passione  allo studio in lessicografia, lo porta ad approfondire la tematica a tal punto da individuarne le origini che hanno la loro sorgente di vita proprio nel medioevo. 

1936 - Divienne Professore ordinario   di italiano e latino presso il Liceo Vittorio Veneto di Milano. 

Da questo momento ha modo di iniziare approfonditamente gli studi sulla vita e le opere di Leonardo da Vinci In questi anni iniziò lo studio su Leonardo da Vinci, grazie alla sua conoscenza in campo lessicografico. la Biblioteca Ambrosiana di Milano gli mette a disposizione molti testi, in particolare  ha modo di operare sul Codice Trivulziano e i suoi ottomila vocaboli presenti, iniziando cosi un profondo studio della parola,del significato e del contesto storico. Il suo lavoro verrà pubblicato dall'Editore Treccani.

1952 - conclusasi la seconda guerra mondiale dove fu fatto prigioniero, ritorna a Milano dove prosegue gli studi su Leonardo

1958  - E' nominato  preside del liceo scientifico di Legnano. 

1958 - In qualità di docente insegnò filologia romanza presso l'Università cattolica di Milano.

1968 - Venne nominato da Giuseppe Saragat, Presidente della Repubblica, componente della Commissione Ministeriale per l'edizione dei Manoscritti di Leonardo da Vinci, commissione che ha il compito di studiare e tradurre e descrivere in ogni dettaglio dei tre codici presenti in Italia:  il Codice Trivulziano, il Codice Atlantico ed il Codice sul volo degli uccelli. 

1972 - I'niziò la cooperazione con Ladislao Reti sulla traslitterazione dei Codici di Madrid, scoperti nella capitale spagnola. 

1974 - Si occupò della divulgazione dei codici, che vennero pubblicati in sette lingue dalla MacGraw Hill.
1977-  Divulgò i contenuti del Codice Forster, conservato al Victoria and Albert Museum di Londra, e del Codice Ashburnham, custodito all'Institut de France di Parigi.

1979 - Essendo considerato il massimo esperto mondiale del pensiero filosofico Leonardesco, partecipa a centinaia di conferenze in tutto il mondo per la divulgazione dei suoi studi con il supporto economico di  Philips e l'IBM, che contribuirono a pubblicare i suoi lavori . 

1982  - Venne nominato presidente dell'Ente Raccolta Vinciana di Milano, che raduna ancora oggi i più grandi studiosi italiani e stranieri di Leonardo da Vinci.

1987 - Riceve dall'Università di Los Angeles il prestigioso   l'Hammer "for excellence"